Recommended if You Like
Eros Ramazzotti Marco Masini Renato Zero

Genres You Will Love
Pop: Delicate Moods: Mood: Dreamy Pop: Italian Pop

By Location
ITALY

Lui

Mi chiamo Luigi Del Buono, sono del 1979, del segno dei pesci, irrazionale e "artista" fin da piccolo, verso i 12 anni approcciai alla musica grazie al mio secondo computer dopo il Commodore 64. Fu l'Amiga 500 ad avvicinarmi alle 7 note e più precisamente un programmino di cui non ricordo neanche il nome dove, inserendo una partitura si riusciva a far suonare una canzone. Così cominciai ad inserire gli spartiti dei Queen e in questo mi aiutò un mio vicino di casa con cui condivisi poi la curiosità e la determinazione di creare un gruppo musicale.

Così fu e il mio primo strumento fu il basso, in quanto strumento che costava meno degli altri, in realtà ero e sono tutt'ora affascinato dalla tastiera, ma rimane tutt'oggi una spesa quasi impossibile. Iniziammo a suonare ospitati da un centro sociale, e tra cover dei Queen e pezzi inediti imparammo a suonare gli strumenti, cambiando spesso line up, man mano che le nostre capacità aumentavano.

Intanto l'adolescenza stimolava il mio essere artista e in questo periodo scrissi, musicai ed arrangiai una trentina di canzoni, grazie all'utilizzo della tastiera dei un membro del mio gruppo, pezzi che tuttora tengo in serbo in attesa di poterli registrare in studio.Cosa che poi ho fatto e che potete scaricare qui.
Lo studio ospitò dopo tanti sacrifici le registrazioni del mio primo demo, dove io figurai come cantante, in quanto a causa delle necessità fui costretto ad aggiungere alla mia performance allo strumento anche quella vocale. Ad un certo punto fui chiamato alla scelta e non esitai neache un secondo nello scegliere.

"Daybreak", il primo demo del mio gruppo, gli Spreadmind, fu salutato con entusiasmo. Ancor di più circa due anni dopo il secondo "Shadows and Fire", che raccolse il massimo dei voti nella recensione di parecchie riviste del settore Metal, cosa che ci portò immediatamente all'attenzione di una casa discografica di Milano, che ci sottopose un contratto discografico di 5 anni per la realizzazione di 3 album.

Era dunque l'ora di affinare la tecnica canora e così entrai in una scuola di canto, dove rimasi per circa due anni, imparando ad usare il diaframma e a cantare impostato, purtroppo nel frattempo i rapporti con i ragazzi del gruppo si incrinarono e il sogno discografico finì con la sciolta del gruppo.

In questi periodi, un amico mi chiamò per andare a cantare ad una gara di karaoke, ma io mi vergognavo, anche se avevo già cantato decine di volte su un palco. Alla fine andai e da allora mi innamorai di questo tipo di serate, partecipando attivamente e con entusiasmo fino a diventarne subito protagonista, investendo nell'apparecchiatura per suonare e cantare e iniziando a cercare serate di pianobar e karaoke, nonchè organizzandomi per allietare le feste e i matrimoni.