Francesco Gianino | O B L I O

Go To Artist Page

Recommended if You Like
einaudi ravel

Album Links
my music

More Artists From
ITALY

Other Genres You Will Love
Easy Listening: Nostalgia Classical: Minimalism Moods: Featuring Piano
There are no items in your wishlist.

O B L I O

by Francesco Gianino

Oblio, come dimenticare. Dimenticare il presente, ora e qui. Stare nella dimensione dell'altrove.
Genre: Easy Listening: Nostalgia
Release Date: 

We'll ship when it's back in stock

Order now and we'll ship when it's back in stock, or enter your email below to be notified when it's back in stock.
Sign up for the CD Baby Newsletter
Your email address will not be sold for any reason.
Continue Shopping
available for download only
Share to Google +1

Tracks

Available as MP3, MP3 320, and FLAC files.

To listen to tracks you will need to either update your browser to a recent version or update your Flash plugin.

Sorry, there has been a problem playing the clip.

  song title
share
time
download
1. Sospensione
Share this song!
X
3:20 $0.99
2. Peter Pan
Share this song!
X
6:02 $0.99
3. Oblio
Share this song!
X
4:28 $0.99
4. Anima
Share this song!
X
3:51 $0.99
5. Tre
Share this song!
X
4:50 $0.99
6. Primavera Pomeriggio
Share this song!
X
4:54 $0.99
preview all songs

ABOUT THIS ALBUM


Album Notes
Sei nuovi brani per pianoforte solo. Nocturnes è stato un esperimento invernale, un tentativo di improvvisazione assoluta, come bere un bicchiere di vino tutto d’un sorso. Una musica rinchiusa e struggente, malinconica come una foto antica. L’album degli oggetti smarriti. Con oblio c’è una svolta. Il paesaggio diviene primaverile. La malinconia si traveste di nostalgia, ma un colore verde, tonalità maggiori con insondabili cromature di chiaroscuri. Un passaggio verso forme sicure e cristallizate. Nelle vaghe certezze, nel marzo sospeso tra due vertigini. Oblio è dimenticare, oppure perdersi. È trascendere l’ora e adesso, per stare altrove senza terra né cielo. Un altrove, che è l’imponderabile misura della felicità. Improvvisa, un fulmine, una consapevolezza momentanea, un sorriso. Uno spasimo felice, senza ritorno. Oblio, come dimenticare. Dimenticare il presente, ora e qui. Stare nella dimensione dell’altrove. Primavera pomeriggio nasce una domenica di pace, i tetti del paese, le rondini, il cielo azzurro da morire, dopo un sogno d’amore. Sospensione è il mese di marzo, che guarda due abissi, senza essere nel tempo. Peter Pan è il fuoco della giovinezza, lo stupore e l’energia; Oblio è l’assenza, l’altrove, ritornare nei sogni e nella propria atemporalità; Anima è un amore di terra e vento. Infine Tre, come tre movimenti armonici, tre gesti, in una melodia incerta e triste, l’unico brano che guarda al volgere delle ore e all’illusione. L’unico brano improvvisato e tanto più inesistente quanto più concrete sono la nostra carne e i nostri sentimenti.


Reviews


to write a review